Archivio del 16 Dicembre 2008

Affrettati lentamente

Ci sono molti modi di affrontare i pressanti impegni quotidiani: uno è quello frenetico ed ansioso che conduce spesso allo stress per la continua tensione mentale e la crescente velocità con cui il mondo si muove; un altro è quello tipico di chi pacificamente si pone in attesa che le cose accadano da sole ed è così poco turbato dalle circostanze da scivolare nell’apatia e nell’ignavia.
Lo stereotipo del primo caso è il “manager”, torturato dallo squillare dei telefonini mentre corre dal taxi alla metropolitana prendendo un frettoloso appunto e programmando mentalmente la dozzina di scadenze della prossima mezz’ora. Continua a leggere »