Archivio del 11 maggio 2009

Il Muro sulla roccia (I simboli di Gerusalemme: II parte)

Poche decine di metri separano la Cupola d’oro islamica dal Muro del Pianto, uno dei luoghi più sacri dell’ebraismo. Pochi metri di distanza che però sono uno spazio infinito di inimicizia esaltata dall’intolleranza dei fondamentalisti di ogni epoca e di ogni cultura.
Il Muro divide fisicamente e simbolicamente lo spazio sacro della Città Vecchia: eppure a Gerusalemme, sulla stessa roccia, sulla stessa montagna, i fedeli di diverse confessioni religiose trovano il loro centro spirituale.
Il Muro Occidentale è l’ultimo importante resto del Tempio di Erode, edificato sulle rovine del Tempio di Salomone: come tale, è uno dei più importanti luoghi di preghiera e di meditazione degli ebrei ed è chiamato Muro del Pianto proprio per ricordare con rammarico la distruzione di quell’antico edificio sacro. Continua a leggere »