Archivio del 29 maggio 2009

Carlo Piterà, dal Surrealismo al Tarocco

Nato a Belcastro (CZ) il 16 gennaio del 1955, Carlo Piterà vive e lavora a Genova dal 1956. La molto precoce vocazione artistica ha fatto sì che si dedicasse molto presto alla pittura, studiando le opere degli antichi maestri e sviluppando una ricerca autodidatta sul Surrealismo, l’anatomia umana, le leggi del colore, il disegno architettonico, ed unendo estro ed emotività all’esperienza pittorica. Nel 1986 Pietro Annigoni apprezzò “le sue fantasie conturbanti e il modo diretto di evidenziarle“. Dopo essersi accostato alla simbologia dei Tarocchi, nel 2004 dipinse ad olio la straordinaria serie di 22 Arcani Maggiori e 56 Arcani Maggiori su tavole di grandi dimensioni: 100 cm x 175 cm.

Giovanni Pelosini

I Tarocchi pù grandi del mondo di Carlo Piterà