Archivio del Marzo 2010

Vada (LI), 9 aprile 2010: Matrix Remake

Umbrella Studios & 88mph

MATRIX REMAKE

Vada (LI), Teatro L’Ordigno

venerdì 9 aprile 2010 ore 21.15

INGRESSO LIBERO

La prima proiezione ufficiale del mediometraggio che è stato definito “Matrix in salsa cecinese“: un omaggio al celebre film-evento Matrix che ha influenzato profondamente un’intera generazione di filmaker. Interamente realizzato da Alessandro Comisso e Lorenzo F.L. Pelosini, con l’assistenza logistica di Marco Barsacchi, questo film a zero budget ripropone la trama di Matrix opportunamente condensata e riadattata per conformarsi alla location cecinese. L’intero progetto è stato infatti sviluppato utilizzando alcuni dei luoghi più noti della città di Cecina che divengono teatro di alcune delle scene d’azione principali. Nel suo complesso il film è al contempo un gioco senza pretese e una sfida produttiva per dare vita ad un anticolossal, una mega-mini produzione allestita con l’esorbitante cifra di 14,44 euro (sic) e tanta autoironia.
Produzione: Umbrella Studios & 88mph
Regia, Fotografia: Lorenzo F.L. Pelosini
Sceneggiatura, Montaggio, Effetti visivi e sonori: Alessandro Comisso
Cast artistico: Alessandro Comisso, Marco Barsacchi, Giovanni Pelosini, Jessica Spinelli.

Guarda il trailer

Antichi simboli di Pasqua

L’Uovo di Pasqua di cioccolata ed il dolce chiamato “colomba“, così come l’agnello, fanno parte di una popolare e consolidata tradizione gastronomica pasquale che trova le sue origini in antichissimi simboli legati al rinnovarsi ciclico della vita. Da sempre l’uovo è l’emblema della nascita della vita: è, infatti, spontaneo pensare che il primo essere vivente sia nato da un uovo. Quindi anche la prima colomba apparsa sulla terra deve essere nata da un uovo. Ma se è così, una domanda sorge altrettanto spontanea: chi ha deposto questo primo uovo? E se invece prima del primo uovo esisteva già la colomba che lo depose, come era nato questo uccello?
Svelare il mistero dell’origine e del significato della vita con gli strumenti ed il linguaggio della logica sembra vano: da un paio secoli ci sta provando con qualche successo la biologia; da alcuni millenni, con il linguaggio del simbolismo, le risposte provengono dalla mitologia.

Il mito pelasgico della creazione

L’origine dei miti primaverili dell’Uovo Cosmico, e della colomba che lo depose, si perdono nell’antichità. Prima ancora che i greci codificassero la loro mitologia classica e la più nota cosmogonia degli Dei dell’Olimpo, gli ancestrali racconti neolitici della creazione erano tramandati oralmente nelle società tribali dell’Europa. Continua a leggere »

2012: la fine di un’epoca?

Chi come me, per questioni soprattutto anagrafiche, ha ancora memoria della civiltà contadina dovrà prendere atto che quella cultura è ormai di fatto estinta: i miei coetanei sono stati testimoni di un’evoluzione tecnologica, economica e sociale che ha decisamente trasformato l’Italia, e con essa gran parte del mondo. In certi aspetti, negli ultimi sessanta anni, il modo di vivere e di pensare è cambiato più radicalmente che non nei precedenti due secoli.
Per gli storici del futuro la settecentesca rivoluzione industriale sarà ben poca cosa in confronto, per esempio, alla rivoluzione informatica e a quella biotecnologica, che abbiamo visto nascere, ma non ancora svilupparsi in tutta la loro enorme potenzialità, né produrre effetti nel medio-lungo periodo al momento davvero imprevedibili.
Alcuni princìpi culturali dell’antica civiltà contadina sono rimasti pressocché immutati per millenni, dal Neolitico fino al secolo scorso. L’agricoltura e l’allevamento sono stati sempre alla base di ogni civiltà, e le modalità di sfruttamento di questo settore primario non sono sostanzialmente cambiate per molti secoli. Continua a leggere »

I Tarocchi del segno dell’Ariete

I TAROCCHI DELL’ARIETE

I Tarocchi, come tutti i simboli, sono plurivoci e ricchi di significati diversi. Consapevole del fatto che anche in simbologia “tutto è in tutto”, e che infinite associazioni e corrispondenze possono essere trovate fra diversi sistemi come quello astrologico e quello tarologico, intraprendo con questo articolo sui Tarocchi dell’Ariete un percorso iniziatico solo parzialmente strutturato secondo i codici già pubblicati nel testo I Tarocchi Aurei (1997), che poi si arricchisce in senso meno analitico e più libero da schemi con due o più Arcani per ogni segno zodiacale. Continua a leggere »

Pisa, 30 marzo 2010: Luna Piena all’abbazia di S. Zeno

L’Associazione I Cavalieri con il patrocinio del Comune di Pisa

presenta

LUNA PIENA all’abbazia di S.ZENO

Ingresso libero

Pisa, San Zeno, 30 marzo 2010

è gradita la prenotazione tel. 329.633774

Continua a leggere »

I see you (di Lorenzo F.L. Pelosini)

Buongiorno, buonasera o buonanotte, miei cari lettori. Innanzi tutto perdonatemi, ma come forse alcuni di voi avranno intuito dal titolo, anche stavolta parlerò (anche, ma non solo) di Avatar di James Cameron. Ma non temete, non sarò ripetitivo (non troppo), lo userò solo come trampolino per gettarmi in una delle mie orazioni pseudofilosofiche (o filmosofiche). Continua a leggere »

Milano, 28 marzo 2010: La gioia del fare come forza di cambiamento

L’Associazione Gocce di Luna verso il Sole

organizza il Convegno

Amor che move il sole e l’altre stelle: la gioia del fare come forza di cambiamento

Milano, Centro Congressi Palazzo delle Stelline, Corso Magenta, 61
Domenica 28 marzo 2010 – Info: tel. 02-48020384 Continua a leggere »

Forme dell’antica madre

Fin dall’eccezionale ritrovamento del 1922, si comprese che quel manufatto apparteneva ad una forma d’arte che non aveva età, e che sarebbe stato plausibile considerare moderna, se il contesto del ritrovamento fosse stato diverso. Le forme stilizzate e rotonde della statua richiamano più i concetti e le idee che non un reale corpo femminile; sono più simboli e rappresentazioni di archetipi che non una semplice raffigurazione della realtà: è come se l’artista fosse vissuto nel XX secolo d. C. piuttosto che decine di migliaia di anni prima, in un periodo in cui immaginiamo i nostri avi come dei rozzi e primitivi cavernicoli.
René de Saint-Périer invece si ritrovò fra le mani tremanti per l’eccitazione una statuetta di 147 millimetri scolpita nel dente di un mammut, durante l’esplorazione della preistorica Grotta delle Tende presso Lespugue, nell’Alta Garonna. La probabile datazione della statuetta è quindi quella di 23.000 anni prima di Cristo.
Pur essendo le forme femminili fin troppo marcate e surreali, l’elegante bellezza dell’oggetto lo rese subito famoso come “Venere di Lespugue” e portò notorietà, prima a quella località ai piedi dei Pirenei, e quindi al Musée de l’Homme di Parigi che ancora ospita la statua. Continua a leggere »

S. Maria Nuova (AN), 17-18 aprile 2010: Corso di Tarologia

Il Centro Studi Il Risveglio organizza un intensivo

CORSO DI TAROLOGIA

tenuto da Giovanni Pelosini

sabato 17 aprile e domenica 18 aprile 2010

S.Maria Nuova (AN), Sala Polivalente Ex Scuola De Amicis

Al seminario possono partecipare anche i principianti.

Informazioni e iscrizioni: tel. 392.1068026 Continua a leggere »

La moneta nella borsa

Si dice che chi scrive troppo, finisce per non avere più il tempo di leggere.
Questa terribile sentenza mi ha un po’ preoccupato negli ultimi tempi: davvero mi sto avviando a diventare un troppo attivo produttore di parole senza poterne gioire come consumatore?
Devo ammettere che è vero che libri e riviste si stanno accumulando sul comodino nella vana speranza che il sonno non mi colga troppo presto, e che sempre più spesso contemplo i ricchi scaffali della biblioteca con gli stessi colpevoli pensieri di un diabetico di fronte alla pasticceria, mentre le scadenze editoriali si susseguono a scandire periodi sempre più brevi. Continua a leggere »