Archivio del 3 Aprile 2011

Il Menhir di Tramonti

Il Menhir di Tramonti presso Biassa (SP) un tempo era detto Pietra del Diavolo, e le leggende locali parlano di apparizioni, luci e fuochi volanti verso l’isola dei defunti che appare all’orizzonte, presumibilmente la Corsica. In mezzo ai pini, rivolto verso il mare sul ciglio della ripida scogliera ligure. Lo storico Ubaldo Mazzini nel 1922 lo descrisse per primo, facendolo risalire al neolitico, ma la datazione non è certa, pur essendoci analogie con altre costruzioni megalitiche preistoriche europee. Scendendo sul sentiero del C.A.I. n.4 dal punto di ristoro si incontra presto la grande pietra in arenaria eocenica, ben diversa dalle rocce presenti intorno. Non è un Menhir molto grande, ma pesa comunque almeno 4 tonnellate, e certamente è stato trasportato in questo sito e poi eretto verticalmente. Ricordi tramandati ancora oralmente all’epoca della descrizione del Mazzini ci informano che altre due pietre erano erette a fianco, una delle quali, ormai spezzata giace sul muretto a secco sull’altro lato della strada. Gli stessi racconti parlano di una croce di legno che sormontava il monolite prima di quella di ferro battuto rinvenuta dal Mazzini, oggi sostituita da una piccola croce di ferro industriale. Continua a leggere »