Archivio del giugno 2011

Ayurveda, una Scienza Millenaria per la Salute del Corpo e dello Spirito

Ayurveda: Elementi e Dosha

L’Ayurveda è un sistema curativo completo di antichissima tradizione indiana che risale a più di 5000 anni fa. Come scienza olistica si occupa di riconoscere gli squilibri energetici e di operare con cure dolci a base di erbe, massaggi, purificazioni, alimentazione, stile di vita, al fine di ripristinare o mantenere l’equilibrio fisico, mentale e spirituale specifico di ogni individuo. La parola sanscrita è composta da Ayu, che significa “vita”, e da Veda, che vuol dire “conoscenza”: Ayurveda si può dunque tradurre con “scienza della vita”, ovvero con “biologia”. Si tratta dunque di un’antichissima medicina, semplice ma raffinata, nei sistemi diagnostici ed efficace nelle terapie naturali, che hanno mantenuto nei millenni tutto il loro valore.

I Cinque Elementi

Migliaia di anni fa gli antichi saggi indiani (Rishi) avevano già riconosciuto in tutto l’Universo la presenza di cinque Elementi fondamentali: Terra, Acqua, Fuoco, Aria ed Etere. Tutta la Materia, in qualunque modo si manifesti, è composta da queste cinque essenze in misure variabili e specifiche, in un equilibrio dinamico individuale e cosmico. Anche l’essere umano è parte del cosmo e, come tale, è il risultato di una speciale combinazione di questi cinque Elementi. Continua a leggere »

Inadeguatezza del Linguaggio secondo Elémire Zolla

Il Linguaggio è Razionalità: la Verità è oltre la Scrittura

Un rito può accostarci, via via che ci incanta e ci toglie all’uso della ragione sezionatrice, a questo fine supremo, posto al di là delle parole, cui la parola può soltanto vagamente alludere mercé il sistema di esasperazioni metaforiche dei mistici. Le parole del rito saranno iterative, allusive, mireranno a colpire un ricordo incerto, sepolto dentro di noi, impresso in noi forse al momento di venire al mondo, mentre la danza scandisce gli eventi come nessun discorso potrebbe, impegnandovi ogni fascio di muscoli come metafore, mentre la musica avvolge, eccita o placa esattamente come occorre e i profumi danno l’essenza incorporea eppure corporale dei singoli momenti. (…) È al di fuori della scrittura che le verità della transe si svelano e mostrano la cosmogonia sottostante al mondo che conosciamo coi sensi diurni. È forse soltanto al di fuori della scrittura che si può essere totalmente capovolti.

Elémire Zolla (1926-2002), Uscite dal mondo, 1992

ChemiCats: Sincronicità, Fisica Quantistica e Umorismo

Si può Ridere sulla Sincronicità e sulla Fisica Quantistica?

Sembra incredibile aver potuto racchiudere in un cortometraggio di meno di 13 minuti la teoria della sincronicità di Jung e Pauli, i princìpi della fisica quantistica da Heisenberg a Schroedinger, e la teoria atomica di Dalton; il tutto in chiave comica, ma non per questo privo di contenuti. Eppure, con un po’ di buona volontà e passione, i miei studenti della II SPES dell’Istituto Tecnico Commerciale Cattaneo di Cecina hanno sceneggiato, diretto, interpretato e prodotto un filmino certamente non da Premio Oscar, ma ricco di spontaneità, divertente e istruttivo.

Volete sapere come Wolfgang Pauli conobbe Carl Gustav Jung e come vinse il Premio Nobel?

Vi siete sempre chiesti dove si trovi l’indeterminato elettrone di Heisenberg?

Siete curiosi di sapere dove Albert Einstein incontrava Bohr, Plank, De Broglie, Sommerfeld, Dirac,  i più grandi scienziati del secolo scorso?

Sapete che faccia avesse Deborah, la moglie di John Dalton?

E infine volete davvero sapere che fine ha fatto il famoso Gatto di Schroedinger?

Tutte le risposte sono qui sotto in ChemiCats

Buon divertimento, e non perdetevi i sorprendenti titoli di coda.

Giovanni Pelosini

L’Eco dell’Universo (di Rosella Bargione)

L’Eco dell’Universo

Poesia di Rosella Bargione, 25 giugno 2011

Quando si spenge una stella c’è eco nell’Universo?

Sentirà dolore non potendo più diffondere la luce che manifestava la sua essenza?

In silenzio si nasconderà nel buio per non mostrare il suo nero pianto.

Gli astri vicini all’inizio si interrogheranno sulla sua assenza,

poi volgeranno lo sguardo all’oriente di un nuovo sole.

Finalmente, in completa solitudine, la stella potrà abbandonarsi al ricordo

di luminosi momenti d’amore che la facevano brillare d’oro puro.

Si farà cullare da brezze siderali senza doversi occupare di coloro che, pur amandola, le hanno sottratto la sua luce.

Continua a leggere »

Simboli del Grano e delle Antiche Dee

La sacralità del pane e del frumento necessario alla sua produzione ha origine lontanissima nel tempo che possiamo immaginare risalente al Neolitico, quando le prime tecniche di coltivazione cominciarono ad affrancare le antiche popolazioni di cacciatori e raccoglitori dall’incubo delle carestie.

I villaggi divennero sempre meno precari e le popolazioni stanziali diedero origine alle prime vere città organizzate secondo strutture sociali di cultura matriarcale stabili e tendenzialmente pacifiche. Dalla Mesopotamia e dall’Egitto la diffusione dell’agricoltura fu rapida e graduale attraverso l’Anatolia, la penisola Balcanica e lo stesso Mediterraneo, fino a raggiungere le estremità nord-occidentali del continente europeo; ed i sacri cereali divennero il primo simbolo di appartenenza a questa grande civiltà in espansione su ben tre continenti. Continua a leggere »

Misteri Templari negli Studi di Maria Grazia Lopardi

Misteri del Graal, dei Cavalieri Templari, dei Simboli del Quadrato Magico, Messaggi Esoterici per Uomini Nuovi

Maria Grazia Lopardi esercita la professione di avvocato dello Stato all’Aquila, sua città natale, ma la sua passione sono i simboli, l’ermetismo, la storia dei Cavalieri Templari, i misteri che li collegano a Celestino V e al mistico Graal, il Quadrato Magico SATOR. Con queste premesse era inevitabile che ci incontrassimo, visto che condividiamo interessi e riflessioni…

Come Presidente dell’associazione Panta Rei è molto impegnata nella valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico della sua città, particolarmente ora, dopo i terribili danni del sisma del 6 aprile 2009.

L’ho invitata a parlare delle sue interessanti ricerche e a presentare i suoi libri al prossimo Festival della Letteratura di Cecina (LI) il 29 luglio 2011; ma ho voluto anche dare un anticipo del suo pensiero ai lettori di questo blog con la seguente intervista. Continua a leggere »

Perugia, 3 luglio 2011: III Congresso Internazionale di Astrologia

Meskalila Nunzia Coppola, Dante Valente

CIDA & Comune di Perugia

III Congresso Internazionale di Astrologia

Domenica 3 luglio 2011, 9.00-20.00

Perugia, Sala della Vaccara, Palazzo Dei Priori, P. 4 Novembre

Il Convegno ha un duplice obiettivo: diffondere la buona astrologia come strumento di consapevolezza e formazione al futuro; promuovere l’intercultura e il pluralismo astrologico, valutando le varie metodologie (antiche e moderne), come gioielli preziosi e differenti, deposti nello stesso scrigno della volta celeste.

Info. tel. 338.3018220

È necessaria l’iscrizione (20 Euro) Continua a leggere »

Pescara, 1-3 luglio 2011: Benessere, Yoga, Scienza e Spiritualità

7° Convegno Nazionale Benessere tra Scienza e Spiritualità

8° Festival dell’India MiticaIndia

4° Simposio di Spiritualità Raggi di un’Unica Luce

1-2-3 luglio 2011

Pescara, Museo delle genti d’Abruzzo, Via delle Caserme, 22

Informazioni: tel. 338.3116126 – 366.4831487 – 02.89150917 – 335.6824330 – 377.4073099 Continua a leggere »

Luna Piena d’Alabastro prima del Solstizio d’Estate 2011

Luna Rossa per l’Eclisse Totale nel Castello di Querceto

In attesa del Solstizio d’Estate delle 19.18 del 21 giugno 2011, si è celebrato il Plenilunio del 15 giugno con una bella serata all’insegna dell’arte nel Castello di Querceto, con la Luna Rossa che è spuntata dalle colline orientali già in totale oscuramento, perfettamente visibile nel cielo terso e sgombro di nubi, mentre ancora le ultime luci del crepuscolo coloravano la costa degli Etruschi. Nel frattempo l’arpa di Evelyne Huber colorava l’atmosfera già magica del borgo di antichi richiami celtici e mitteleuropei e il bianco luminoso dellarte di S’nim Ho era un invito alla Luna a mostrarsi ancora recuperando il consueto candore dell’alabastro volterrano. Ursula Vetter ha fatto gli onori di casa da un naturale palchetto erboso al numeroso pubblico intervenuto. Subito dopo il tramonto Mauro Andreani, in mistico silenzio,  ha simbolicamente seminato “idee” nel prato già fecondo di alchemica rugiada lunare e presolstiziale: un augurio a veder sorgere presto “piantine” filosofiche e artistiche. Continua a leggere »

La Quintessenza dell’Occultismo Ermetico di Mouni Sadhu

“Nell’occultismo tradizionale dell’Occidente i Tarocchi sono considerati la chiave di volta dell’intero sistema filosofico chiamato Ermetismo. Al giorno d’oggi le loro origini sono molto difficili da scoprire. gli autori di opere d’occultismo più competenti e famosi, quali Eliphas Lèvi, P. Christian, Fabre d’Olivet, Theophrastus Bombastus von Hohenheim (Paracelso), Oswald Wirth, Papus (dr. Gerard Encausse) e altri, sono dell’opinione che il vero simbolismo del Tarocco provenga dall’antico Egitto. Il maestro d’ermetismo Eliphas Levi ce ne parla entusiasticamente nel suo Magia Trascententale, la sua Dottrina e il suo Rituale. Questa Clavicola (com’egli chiama gli Arcani del Tarocco), considerata perduta per secoli, è stata da noi riscoperta, e siamo stati in grado di aprire i sepolcri del mondo antico, di far parlare i morti, di ammirare i monumenti del passato in tutto il loro splendore, di comprendere l’enigma di ogni sfinge e di penetrare tutti i santuari… Ora, questa era la chiave necessaria, un alfabeto geroglifico e numerico, che esprime attraverso numeri ed immagini una serie di idee assolute ed universali.”

Mouni Sadhu (Mieczyslaw Demetriusz Sudowski, 1897-1971), The Tarot, A Contemporary course of the Quintessence of Hermetic Occultism, 1962