11 febbraio 2011: una Data Palindroma

11.02.2011

Non capita tutti i giorni di celebrare una data palindroma, e quella di oggi sembra proprio notevole.

Provate a leggere la data di oggi al contrario: 11.02.2011. La sequenza delle cifre è la stessa: appare un doppio 1, uno zero, un doppio 2, ancora uno zero, e ancora un doppio 1.

La somma di tutte le 8 cifre dà il numero 8, da molti numerologi considerato un simbolo di perfezione e di completezza, la cui cifra ricorda il simbolo dell’infinito. Il mistico numero 8 ricorda molti edifici sacri a pianta ottogonale, come certe chiese progettate dai Cavalieri Templari, molti Battisteri, il misterioso Castel del Monte, certamente non un’opera militare ma simbolica e sacra dell’imperatore Federico II… E ancora l’8 ricorda l’VIII Arcano Maggiore, la Giustizia: emblema di un ordine stabilito e organico, fermo nella sua assoluta perfezione, rigido e restio alle mutazioni, così come poco disponibile all’ascolto, tale è la convinzione e la soddisfazione del raggiungimento dell’obiettivo. Come farebbe un cristallo ottaedrico perfetto, il numero 8 non può piegarsi, ma tende a spezzarsi mostrando i suoi frammenti, ovvero a esporre nelle diverse direzioni dello spazio tridimensionale le sue otto facce: 1-1-0-2-2-0-1-1.

Giovanni Pelosini

Volterra, 21 dicembre 2010: Luna Piena e Porte Solstiziali

L’ultima Luna Piena del 2010 sarà nel suo massimo splendore alle 9.15 del 21 dicembre, ma sarà visibile nel cielo orientale della magica Volterra soltanto al tramonto, e probabilmente illuminerà la Porta Etrusca proprio al verificarsi del Solstizio d’Inverno, alle 0.40 del 22 dicembre.

Spirito Libero è l’unica rivista italiana che esce ad ogni Plenilunio, ricca commistione di arte, poesia, scienza, mistica, spiritualità. Il 28° numero (si noti che i mistici numeri 4 e 7 danno come prodotto 28, e che proprio di 4 settimane è formato un ciclo lunare) viene presentato proprio in questa eccezionale astronomica occasione fra le antiche volte dell’altrettanto unico ristorante vegetariano Web & Wine; proprio mentre i raggi lunari entreranno nella città attraverso la straordinaria Porta all’Arco lungo la stradina in salita, come Àuguri etruschi, e mentre il Sole, ormai nell’altro emisfero, sembrerà fermarsi nel cielo arrestando la sua caduta ed iniziando finalmente il suo percorso ascendente verso la Luce. Continua a leggere »

Venerdì 17

È principalmente italiana l’usanza di considerare infausto il giorno 17 del mese, particolarmente se cade di venerdì. Nel mondo anglosassone, infatti, è ben più nota la giornata di venerdì 13, così come confermato anche dalla letteratura e dalla cinematografia soprattutto americana. In Italia invece il numero 13 è sempre stato considerato fortunato. Si pensi soltanto alla disavventura della missione spaziale Apollo 13, che comunque finì bene per l’equipaggio che fu tratto in salvo; in quell’occasione gli americani ringraziarono pubblicamente la fortuna e la tradizione italiana. La cattiva fama del 17 in Italia deriva probabilmente dal fatto che tale numero anticamente si scriveva XVII, e tali lettere romane potevano essere anagrammate e quindi lette come “VIXI“, che in latino significa “ho vissuto“, cioè “sono morto“. Lo stesso poco gradevole riferimento alla morte potrebbe avere il numero 13, che è invece infausto in America, forse anche in riferimento alla tredicesima carta dei Tarocchi, che è appunto l’Arcano senza nome rappresentato spesso come uno scheletro falciatore, simbolo evidente della morte, ma non per questo apportatore di sfortuna. Continua a leggere »

Genova, 11-19 settembre 2010: Convegno sui Tarocchi

Il Ludus Triumphorum

Tarot: carte da gioco o alfabeto del destino

Convegno letterario, storico, antropologico

Mostre di pittura e grafica

Genova

Auditorium Galata Museo del Mare

Museo Luzzati

11-19 settembre 2010 Continua a leggere »

Radio Gamma5, 10 agosto 2010: Scopri il tuo Destino con la Numerologia

Trasmissione Radiofonica

in diretta

Il Mondo Segreto dei Numeri

con Guido Rossetti

RADIO GAMMA 5

frequenza 94MHz

martedì 10 agosto, ore 17.00 – 19.30

In studio il numerologo Guido Rossetti risponde in diretta alle domande degli ascoltatori. Continua a leggere »

Meditare sul simbolo

Ai mistici è ben noto che se un uomo medita su un simbolo attorno al quale sono state associate mediante la passata meditazione determinate idee, egli otterrà accesso a quelle idee…

Dion Fortune, La Cabala mistica, I, 1, 15

Aleister Crowley, un mago del XX secolo

Edward Alexander Crowley (12.10.1875-5.12.1947), in arte Aleister, fu un adepto inglese della Golden Dawn e quindi un esoterista famoso, assai discusso in tutta Europa e negli Stati Uniti. Aveva un particolare talento per scandalizzare l’opinione pubblica, specialmente con la sua particolare “magia”, e farsi così pubblicità nel mondo dell’occultismo, facendo in modo che i giornali dell’epoca lo definissero “il re della depravazione”. Continua a leggere »

I simboli magici del dollaro (seconda parte)

Sul lato destro della banconota da un dollaro campeggia l’aquila del retro del Grande Sigillo degli Stati Uniti d’America, di cui si è parlato diffusamente sopra.
Anche questa immagine è ricca di significati esoterici, numerologici e simbolici propri sia della cultura umanistica e liberale settecentesca che li produsse, sia di quella autoctona dei nativi americani.
In alto spicca una figura irradiante luce ed energia come un Sole, che, ad una più attenta osservazione appare una composizione geometrica perfetta di tredici stelle, con un’ulteriore chiarissima allusione alle tredici colonie che fondarono gli Stati Uniti. Continua a leggere »

I simboli magici del dollaro

Il Grande Sigillo degli Stati Uniti d’America è forse uno dei simboli esoterici maggiormente evidenti sulla banconota da un dollaro: una moneta che viene riconosciuta e scambiata nei mercati di tutto il mondo e che da molti decenni influenza fortemente i destini economici e finanziari del pianeta.
Questa funzione dominante di moneta internazionale sembra essere consapevolmente determinata proprio dagli ambiziosi elementi simbolici del sigillo, come se i suoi disegnatori ne avessero previsto ed auspicato il futuro.
Con il mistico e brillante occhio nel triangolo in alto si mette immediatamente in evidenza l’approvazione divina della “missione” americana nel mondo: ANNUIT COEPTIS (“è propizio all’impresa”) significa che dall’alto si approva l’inizio della costruzione di un nuovo ordine mondiale, quasi una seconda Creazione, che veda dominare i princìpi illuministi che sono stati alla base della nascita della nazione nordamericana. Continua a leggere »

Simboli di trasformazione alchemica del XII Arcano

I Tarocchi, intesi come macchina filosofica, sono uno strumento complesso di origine sconosciuta che si sviluppò in Europa parallelamente all’alchimia, non solo negli aspetti iconografici e simbolici, ma anche nella sottile funzione speculativa di trasformazione interiore assimilabile alla Grande Opera.
La tradizione alchemica cominciò a diffondersi in Europa probabilmente fra il 1100 ed il 1200 grazie alle prime traduzioni dei trattati magici, astrologici e spagirici dall’arabo, che, a loro volta, tramandavano la tradizione degli antichi testi greci ed egizi.
Nello stesso tempo la simbologia esoterica iniziava a svilupparsi nell’architettura sacra e nell’iconografia delle cattedrali gotiche, così come nei sodalizi iniziatici. Continua a leggere »