Il Mistero del Meccanismo di Antikitera

Sapete cosa è un OOPArt? Non è una forma d’arte moderna, e neppure una moda stravagante. Si tratta di un manufatto o di un reperto fossile di complicata collocazione storica, spesso al punto da apparire del tutto anacronistico o bizzarro. Certi misteriosi reperti semplicemente non dovrebbero esistere, e per loro è stato coniato uno speciale acronimo: O.O.P.Art. (Out Of Place Artifacts), cioè “Manufatti Fuori Luogo”. Il ritrovamento di oggetti che rientrano in questa strana categoria è sempre stato fonte di grandi interrogativi che talvolta mettono in dubbio le nostre attuali conoscenze sul passato, e non mancano di suscitare dibattiti e polemiche negli ambienti scientifici e accademici.

Per esempio, che cosa potrebbe pensare un archeologo di questo secolo che sta scavando tra le rovine di un villaggio risalente a circa duemila anni fa e che trovasse una pila elettrica? Continua a leggere »

San Marino, 18 ottobre 2015: XV Simposio “Scienza, Tradizione e Dimensioni del Sacro”

San Marino 2015Repubblica di San Marino

CIRPET

XV SIMPOSIO

Scienza, Tradizione e Dimensioni del Sacro

Italia: Occulto, Insolito e Paranormale

Coordinamento di Roberto Pinotti

Domenica 18 ottobre 2015

Ore 9.30-13.00 e 15.30-19.30

San Marino, Hotel Quercia Antica, Via della Capannaccia

Ingresso: 10 euro

Info: tel. 335.6954574

PROGRAMMA

Domenica 18 ottobre 2015

9.30: Saluto delle Autorità e apertura dei lavori
9.45: Ilaria Cardelli
10.15: Patrizio Caini
11.00: Coffee break
* 11.15: Giovanni Pelosini
12.00: Alfredo Benni
15.00: Manuel Paroletti
15.45: Giovanni Francesco Carpeoro
16.30: Coffee break
17.00: Massimo Angelucci
17.30: Roberto Pinotti

RELATORI dei due Simposi

Cristina Aldea, Ricercatrice e divulgatrice, Colonia (Germania)
Massimo Angelucci, Ricercatore e divulgatore, Rimini
Alberto Arecchi, Architetto e saggista, Associazione Ljutprand, Pavia
Diego Baratono, Ricercatore e saggista, Torino
Alfredo Benni, Informatico, ricercatore e saggista, Milano
Patrizio Caini, Biologo, ricercatore e saggista, Università di Firenze
Ilaria Cardelli, Teologa e ricercatrice, Montecatini Terme (Pistoia)
Giovanni Francesco Carpeoro, Esoterista e saggista, Milano
Margherita Detomas, Giornalista, esploratrice e saggista, Bolzano
Guido Ferrari, Giornalista, divulgatore e regista televisivo, Lugano (Svizzera)
Michele Manher, Ricercatore e saggista, Bergamo
Manuel Paroletti, Ricercatore, saggista e regista, Ventimiglia (Imperia)
Giovanni Pelosini, Esoterista e saggista, Cecina (Livorno)
Michelangelo Petrucci, Ricercatore, Rimini
Roberto Pinotti, Sociologo, giornalista e saggista, Firenze / San Marino
Emilio Spedicato, Matematico e saggista, Università di Bergamo

Dedicare un simposio al tema dell’occulto, dell’insolito e del paranormale potrebbe apparire eccessivamente generico per la vastità delle possibili tematiche e discipline coinvolgibili. In realtà, volendo fare riferimento – come scelto in questa edizione – esclusivamente a contributi propri dell’area culturale italiana, non è difficile scorgere un sottile fil rouge che lega sottilmente ma indissolubilmente scienza, tradizione, esoterismo, parapsicologia, vita extraterrestre. Così il paranormale si lega alle tradizioni esoteriche ma anche all’astrobiologico e all’ufologico odierni, in un approccio complementare unico e di largo respiro che Roberto Pinotti e Alfredo Benni hanno recentemente espresso nei loro saggi più recenti (La Toscana fra occulto, insdolito e paranormale, Ed. Le Lettere, Firenze 2015 e Codici profetici, Ed. FCOIAA, Milano 2015).

Come sempre attento alle nuove scoperte che impongono sempre di più una radicale revisione delle nostre convenzionali conoscenze storiche ed archeologiche, il tradizionale “doppio simposio” autunnale di San Marino compie i suoi 16 anni di vita e quest’anno intende, con il 16° Simposio Mondiale sulle Origini Perdute della Civiltà e gli Anacronismi Storico-Archeologici, affrontare il 17 ottobre il tema “Italia: passato proibito” approfondendo svariate tematiche del nostro antico retaggio a noi meno familiare, in abbinamento al successivo e complementare 15° Simposio Mondiale su Scienza, Tradizione e Dimensioni del Sacro specificamente dedicato al tema, di taglio vasto ed esoterico, “Italia: occulto, insolito e paranormale” del 18 ottobre. Il termine “Italia” nei temi di entrambi i Simposi non è teso a restringere geograficamente l’oggetto delle tematiche in essi trattate, ma invece a privilegiar eccezionalmente, quest’anno, l’apporto degli studiosi originati della nostra Penisola. Il filo conduttore di questa “due giorni” collega dunque saperi dimenticati e simbologie perdute ad un passato senza tempo e a conoscenze scientifiche e spirituali abbuiate, in nome di un impegno tradizionale di carattere culturale e divulgativo che il Comitato Interdisciplinare per le Ricerche Protostoriche E Tradizionali (CIRPET) persegue dal 2000 anche con la propria rivista Archeomisteri Magazine.

R.P.

Da un Racconto Cosmico, il Libro della Vita Universale

Da un Racconto Cosmico…

Il Libro della Vita Universale

Recensione

Qualche tempo fa mi è stato donato un libro inusuale nella forma e nel contenuto: il resoconto minuzioso di una lunga serie di “contatti” medianici con l’entità Ash Kirishiak (che sostiene di provenire dal pianeta Ummo), la quale risponde agli eterni dubbi dell’umanità su chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo. Un medium, che preferisce mantenere l’anonimato, è stato registrato durante le sue trance in diversi anni di sedute medianiche, e le parti più significative di tali contatti sono state poi raccolte  in tre grandi tematiche e pubblicate dalle Edizioni L’Omino Rosso.

Nella prima parte si spiega come si è evoluto l’Uovo Cosmico e come si sono strutturati i cristalli tetraedrici che costituiscono gli universi. Quindi si parla diffusamente della vita nel nostro sistema solare, e degli esseri senzienti e androgini che un tempo popolavano lo scomparso pianeta Fetonte, di cui oggi rimane traccia nei frammenti che orbitano nella fascia degli asteroidi. Continua a leggere »

Cosenza, 1 dicembre 2013: Aspettando Leonardo, La Divina Proporzione

Forum Telesiano, Città di Cosenza, Provincia di Cosenza, Regione Calabria

Aspettando Leonardo

Cinque Appuntamenti con il Genio

La Divina Proporzione

Conferenza di

Giovanni Pelosini

Sulle tracce di un Simbolo universale, dal Macrocosmo delle Galassie al Microcosmo del DNA: il Mistero della Vita nell’Armonia delle Forme e nella Geometria Sacra, da Leonardo Fibonacci a Leonardo da Vinci

Domenica 1 dicembre 2013, ore 17.30

Cosenza, Museo dei Brettii e degli Enotri, Complesso Monumentale di S. Agostino

Info: tel. 348.3833220 – 347.5671421

*   *   *

Programma completo degli incontri

  • TERRA, 29 settembre 2013: Mario Taddei, Il manoscritto delle meraviglie
  • FUOCO, 20 ottobre 2013: Vittoria Haziel, Tra Fuoco Sacro e Fuoco d’Amore
  • ARIA, 10 novembre 2013: Giovanna Motta, Le fonti del repertorio profano tra ‘400 e ‘500Michele Sangineto, Gli strumenti musicali nell’arte pittorica del Rinascimento italiano da Simone Martini a Baschenis
  • ACQUA, 1 dicembre 2013: Giovanni Pelosini, La Divina Proporzione
  • QUINTESSENZA, 22 dicembre 2013: Gianfranco Carpeoro & Michele Proclamato, Messaggi nascosti di Leonardo. Verità svelate e mistificazioni maliziose del Maestro Da Vinci

“Volterra A.D. 1398”, 18-25 agosto 2013: Il Mistero dei Tarocchi

VOLTERRA A.D. 1398

Misteri, Religiosità, Superstizione

in collaborazione con i Cavalieri del Tau

“Il Mistero dei Tarocchi”

Conferenza di Giovanni Pelosini

Volterra, Via Roma, Sala ex Ospedale

Domenica 18 agosto, ore 18.30

Domenica 25 agosto, ore 18.00

INFO: tel. 0588.86099 – 0588.87257

Nel centro storico di Volterra, durante la XVI edizione della Giornata di Festa nell’Anno Domini 1398, nel bel mezzo della straordinaria rievocazione medievale, rivive il passato con il suo fascino e i suoi misteri.

In questa occasione si parlerà anche della storia del mazzo dei medievali Naibi, che contribuirono alla nascita dei moderni Tarocchi, confondendosi nei secoli con la magia e la superstizione, ma che soprattutto furono portatori di un contenuto filosofico riservato agli alchimisti e agli iniziati.

CecinAutori 2013: AREA 23 in Vetrina

Festival della Letteratura, delle Arti e dello Spettacolo

Cecina Autori 2013

In attesa di inaugurare la serie di incontri con gli scrittori, la vetrina della storica Libreria Lucarelli è stata interamente allestita con le ultime opere pubblicate dagli autori invitati alla rassegna.

I libri di Lidia Fassio, Roberto Pinotti e Vittorio Marchi, che interverranno a AREA 23, sono in mostra insieme  ai miei testi, circondati da eleganti piramidi di volumi degli altri importanti autori della rassegna, fra i quali si ricordano, fra gli altri, il regista Pupi Avati, la giornalista Antonella Boralevi, il criminologo Massimo Picozzi e lo scrittore Valerio Massimo Manfredi.

Il Festival, quest’anno interamente organizzato dalla Fondazione Hermann Geiger, si pone in ideale continuazione con il Parco di Autori, dove negli anni scorsi avevo già avuto l’onore di presentare personaggi di primo piano come Ervin Laszlo, Gabriele LaPorta, Igor Sibaldi, Giuliana Conforto, Mauro Biglino, Biagio Russo, Maria Grazia Lopardi, Sandra Zagatti, Morena Poltronieri, Ernesto Fazioli… tutti autori che, con i loro testi e con la loro presenza, hanno stimolato il sempre attento pubblico ad ampliare gli orizzonti, a guardare gli eventi da altri punti di vista, a porsi delle domande, ad andare oltre l’ordinaria interpretazione della realtà…

Giovanni Pelosini

Convegno ACAM Day: Archeologia, Misteri, Simboli, Architettura Sacra…

Nella Rocca di Arcidosso sabato 6 luglio 2013 si è tenuto il 1° ACAM Day.

Nella foto i protagonisti del meeting: (da sinistra) Roberto Pinotti, Sandro Zicari, Claudia Cinquemani, Giovanni Pelosini, Robert Bauval, Enrico Galimberti, Maria Grazia Lopardi.

Ha dato l’avvio ai lavori lo storico locale Adriano Crescenzi condividendo la sua conoscenza delle memorie della Rocca Aldobrandesca.

È quindi intervenuto Enrico Galimberti, che ha presentato la metodologia degli studi interdisciplinari sull’umanità e sui misteri dell’archeologia e della scienza.

Il primo intervento di Robert Bauval, il famoso archeoastronomo autore del Mistero di Orione, riguardava i misteri relativi al progetto di Piazza San Pietro a Roma, con esoteriche conoscenze astronomiche eliocentriche che la stessa Chiesa dell’epoca considerava eretiche. Con lui il ricercatore Sandro Zicari, coautore del libro di prossima pubblicazione dal titolo italiano I Papi Solari (Bauval, Hoenzollern, Zicari, The Vatican Heresy). Secondo gli autori, nel XVII secolo, l’obiettivo era quello di creare a Roma un Tempio Ermetico del Sole per fare della città stessa un “Talismano”.

Claudia Cinquemani, autrice del libro La luce della Dea, ha presentato un video sui simboli presenti sul Monte Amiata e in altri affascinanti luoghi del mondo, che si ripetono come manifestazioni degli archetipi nelle architetture sacre di diverse culture.

Una sorpresa per tutti i partecipanti è stata la presenza di Roberto Pinotti. Il famoso scrittore ha portato alla platea e ai relatori i suoi saluti e quelli della rivista Archeomisteri.

Maria Grazia Lopardi, esperta di Templari e di simboli, ha relazionato sulle molteplici corrispondenze che si trovano nell’enigmatico Quadrato Magico SATOR.

Giovanni Pelosini ha quindi parlato delle previsioni e delle profezie, particolarmente di quelle di Gioacchino da Fiore e di Malachia, da un punto di vista olistico e volto a comprendere con consapevolezza il senso dei cambiamenti epocali che stiamo vivendo.

Hanno chiuso l’intensa giornata Robert Bauval e Sandro Zicari con inedite notizie sulle ricerche archeologiche svolte alla Piramide di Saqqara e nell’Egitto sud-occidentale, le quali dimostrano l’evoluta conoscenza astronomica degli sconosciuti popoli preistorici sahariani.

Immagine anteprima YouTube

Un appassionato pubblico giunto da ogni parte d’Italia ha riempito totalmente il salone, mostrando quanto le tematiche affrontate possano essere di grande interesse culturale.

Il convegno è stato ideato da Enrico Galimberti,  direttore di ACAM (Associazione Culturale Archeologia Misteriosa), per celebrare degnamente l’anniversario dell’associazione.  L’affascinante location del Castello Aldobrandesco di Arcidosso  è stata quindi voluta dagli organizzatori: Luisa Colombini, coordinatrice del Sistema Museale dell’Amiata, Roberta Pomoni, assessore alla cultura del Comune di Arcidosso, Sara Poletti, segretaria organizzativa, e soprattutto da Claudia Cinquemani,  colta e preparata studiosa locale e pittrice.

Il Mistero del Coccodrillo di Verona

Un’antica leggenda narra che un grande coccodrillo vivesse un tempo lungo le rive dell’Adige, presso l’ansa del fiume di San Michele Extra, vicino a Verona, facendo strage di bestiame che andava ad abbeverarsi e soprattutto di innocenti bambini. Gli abitanti lo attirarono in una zona paludosa e lo lasciarono morire di fame. Il rettile fu poi impagliato e conservato nella chiesa di Santa Maria della Pace, dove rimase appeso per secoli all’archivolto del presbiterio.

Un tale coccodrillo impagliato fu in effetti restaurato nel 1926 e spostato più volte; nel 1983 fu infine affidato all’artista Edoardo Ferrante sotto la direzione di Attilio Montolli, imbalsamatore del Museo di Storia Naturale di Verona. La testa originale è attualmente in tale museo, mentre ho avuto di recente l’occasione di vedere e fotografare in una stanza presso la chiesa quello che forse è il più bell’esemplare di coccodrillo del Nilo (Crocodylus niloticus) esistente in Italia, lungo circa 5 metri. Continua a leggere »

I Misteri dei Cavalieri Templari

Nella sala convegni del Convento e fortezza cistercense di Santo Spirito d’ Ocre (XIII sec.) si è concluso l’VIII Convegno Itinerante sulla storia dell’Ordine dei Cavalieri Templari.

Le relazioni della ricercatrice Maria Grazia Lopardi, del dr. Carlo Di Stanislao, di Giovanni Pelosini e di Adriano Forgione si sono susseguite, pur senza un piano concordato, su una linea coerente che ha messo in evidenza inediti e interessanti collegamenti fra la mistica orientale e quella occidentale attraverso il progetto templare, la storia di Celestino V, alcuni percorsi di conoscenza iniziatici, i simboli medievali, il messaggio nascosto nei Tarocchi, per arrivare a suggestive e concrete ipotesi sul misterioso sigillo “TEMPLI SECRETUM” e sulla reale identità del Gran Maestro dei Cavalieri Templari dal 1256 al 1273 Thomas Berard. Come in un incredibile puzzle le conoscenze inerenti le presenze templari nel territorio, i simboli e la storia dei Tarocchi, le tradizioni del medio e dell’estremo oriente e le ricerche sui più antichi testi della nostra civiltà hanno trovato precise corrispondenze e risposte coerenti ai più affascinanti enigmi della storia. Continua a leggere »

Il Mistero del Trono Preistorico delle Alpi Apuane

Sul panoramico versante sud delle Alpi Apuane, presso i villaggi di Farnocchia e Pomezzana, esiste ancora un poco conosciuto manufatto preistorico di grande interesse antropologico all’interno della grotta del Tanaccio.

All’interno di un’ampia cavità naturale sul fianco di una scarpata una colonna stalattitica fu modellata in modo singolare per ricavare una sorta di seggio di pietra risalente probabilmente a circa 11.000 anni fa: un vero e proprio trono di pietra. La documentata presenza di un insediamento preistorico poco distante oltre la valle, nella Grotta all’Onda, fa pensare a un’area sacra non residenziale composta da almeno due grotte: il Tanaccio è la più settentrionale di queste.

Il culto lunare e matriarcale imperante nella cosiddetta Era del Cancro prevedeva che certi luoghi sacri fossero dedicati alla Grande Madre, e che l’accesso fosse consentito alle sole donne. Il seggio, rivolto verso l’apertura della grotta, è scolpito e ricavato da una colonna simile ad altre presenti lungo le pareti della cavità naturale ed è composto da una “spalliera” alta con una coppella, e da una specie di “seduta” prevalentemente occupata da una concavità scavata e rifinita manualmente come per contenere un liquido. Dal soffitto della grotta, infatti, ancora oggi l’acqua filtrata dalla roccia cade in frequenti gocce nella concavità. Continua a leggere »