Assisi, 21-22 giugno 2015: Convegno “Centenario Nascita Anthony Elenjimittam”

Convegno Elenjimittam 2015Sat Cit Ananda Mission

3° Convegno Internazionale

Il Messaggio Ecumenico di

P. Anthony Elenjimittam

Domenica 21 giugno 2015

Lunedì 22 giugno 2015

Assisi, Monastero S. Giuseppe,

Via S. Apollinnare, 1

Info: tel. 328.9464354

Il Convegno è a offerta libera come voluto dallo
stesso P. Anthony per tutte le iniziative da Lui
propugnate.
Quanto ricavato verrà devoluto alle attività benefiche
ideate, create e sostenute dal Padre.

PROGRAMMA

  • Domenica 21 giugno

Ore 15.00: Apertura, Preghiere Universali (video di P. Anthony Elenjimittam) – Messaggi di benvenuto: Autorità, Alberto Severi (Trieste), Ezio Mancini (Assisi)

Ore 15.30: S.E. Ambasciatore Pasquale Baldocci (Locarno), Lectio Magistralis “Una vita dedicata alla verità”

Ore 16.15: Pausa caffè

Ore 16.30: Ut Omnia Unum Sint
– Fabrizio Bartoli (Osimo), La necessità della visione unitaria degli insegnamenti filosofico-religiosi
– Giuseppe De Vita (Cecina), La Potenza dello Spirito
Mario Del Giglio (Roma), Testimonianza di una esperienza medianica pluriennale
– Giovanni Pelosini (Toscana), Il concetto mistico dell’Uno-Tutto dall’Ermetismo al Rinascimento

Ore 19.00: Cena
Ore 20.30 Conferenza di P. Anthony tenuta a Moncalieri, To, il 28 ottobre 2010, Coerenza tra pensieri, parole e azioni

  • Lunedì 22 giugno

Ore 8.30: Meditazione videoguidata da P. Anthony
Ore 9.15:

– Elsa Mancini, Pensieri in equilibrio
Sor. Giovanna (Comunità Pellegrina Contemplativa, Assisi) , Un’esperienza di Vita
Mary Gothi (U.S.A.), The Sweet Faces of St. Catherine’s Orphanage School
Tommaso Vardaro (Assisi), La Devozione al Maestro e il Karma Yoga
Ore 10.30: Pausa caffé
– Antonio Osnato Troiano (Palermo), Religione della Maestà e religione dell’Amore
– Raffaele Di Chiara (Merano, Bz), Klopfentechnick
– Antonino Oliveri (Palermo), Padre Anthony e la Nobildonna palermitana
– Alberto Severi (Trieste) , Il Simbolismo come chiave di lettura per accedere all’Autorealizzazione
– Cinzia Martello (Milano), Aprire le ali e alzarsi in volo (sessione di Biodanza)
Ore 13.00: Pranzo (prenotazione obbligatoria)
Conclusioni

Anthony ElenjimittamPadre Anthony Elenjimittam (Cochin 1915 – Torino 2011), domenicano indiano, discepolo del Mahatma Gandhi e amico dei papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo I, fondò nel 1957 la Welfare Society for Destitute Children col fine di aiutare i bambini orfani ed emarginati di Mumbay. È stato pure fondatore e direttore della casa editrice Aquinas Publications di Mumbay e della Sat Chit Ananda Mission di Assisi. Ha istituito l’Associazione Sat Cit Ananda Edizioni e ha pubblicato oltre a 50 volumi di argomento filosofico-religioso, tra i quali ricordiamo Ecumenismo Cosmico, San Francesco d’Assisi lo Yogi dell’Amore Cosmico, Esoterismo Monastico Cristiano e Indo-Buddhista, La vita di Buddha e il Dhammapada, Le Upanishad, La Bhagavad Gita, Gandhi, Gnosi Vedantica, Dialogando con l’Eterno, La Filosofia Yoga di Patanjali, Controllo della mente per l’Autorealizzazione, Meditazioni per la coscienza del Sé.

Cecina, 3 agosto 2014: AREA 23, Massimo Teodorani, Sincronicità Quantistiche, la Fisica dell’Infinito

Fondazione Hermann Geiger, Comune di Cecina, Regione Toscana

CecinAutori 2014

Festival della Letteratura, Arti e Spettacolo

*** AREA 23 ***

Giovanni Pelosini presenta Massimo Teodorani

Sincronicità Quantistiche, la Fisica dell’Infinito

Domenica 3 agosto 2014, ore 23

Cecina, Piazza Guerrazzi

INGRESSO LIBERO

Info: tel. 0586.635011

Massimo Teodorani è astrofisico e brillante scrittore di saggi divulgativi. Con lui si completa con autorevolezza il ciclo dei personaggi presentati in AREA 23 nelle scorse edizioni che ci hanno prospettato i nuovi scenari della realtà dell’universo: Ervin Laszlo, Vittorio Marchi e Giuliana Conforto.

Quando la fisica e la filosofia, la natura e la psiche, il mondo della materia e quello dello spirito parlano lo stesso linguaggio…

Aforisma sul Tempo di Vittorio Marchi

«Il giorno che ci renderemo conto che stiamo ritornando al Tutto (Uno), da cui pensiamo illusoriamente di essere stati tolti, allora capiremo il perché abbiamo l’impressione che il tempo scorra sempre in avanti, verso il futuro (che non c’è). E allora il tempo cesserà di esistere, perché Tutto ciò che è nell’universo è già dentro di noi»

Vittorio Marchi

Vittorio Marchi, (Roma, 30/7/1938) è stato professore e ricercatore di fisica, si è dedicato a ricerche di frontiera tra scienza e misticismo, come le potenzialità dell’uomo, i misteri dell’universo e della vita, l’energia che permea il Cosmo.

 

 

CecinAutori 2013: AREA 23 in Vetrina

Festival della Letteratura, delle Arti e dello Spettacolo

Cecina Autori 2013

In attesa di inaugurare la serie di incontri con gli scrittori, la vetrina della storica Libreria Lucarelli è stata interamente allestita con le ultime opere pubblicate dagli autori invitati alla rassegna.

I libri di Lidia Fassio, Roberto Pinotti e Vittorio Marchi, che interverranno a AREA 23, sono in mostra insieme  ai miei testi, circondati da eleganti piramidi di volumi degli altri importanti autori della rassegna, fra i quali si ricordano, fra gli altri, il regista Pupi Avati, la giornalista Antonella Boralevi, il criminologo Massimo Picozzi e lo scrittore Valerio Massimo Manfredi.

Il Festival, quest’anno interamente organizzato dalla Fondazione Hermann Geiger, si pone in ideale continuazione con il Parco di Autori, dove negli anni scorsi avevo già avuto l’onore di presentare personaggi di primo piano come Ervin Laszlo, Gabriele LaPorta, Igor Sibaldi, Giuliana Conforto, Mauro Biglino, Biagio Russo, Maria Grazia Lopardi, Sandra Zagatti, Morena Poltronieri, Ernesto Fazioli… tutti autori che, con i loro testi e con la loro presenza, hanno stimolato il sempre attento pubblico ad ampliare gli orizzonti, a guardare gli eventi da altri punti di vista, a porsi delle domande, ad andare oltre l’ordinaria interpretazione della realtà…

Giovanni Pelosini

Convegno ACAM Day: Archeologia, Misteri, Simboli, Architettura Sacra…

Nella Rocca di Arcidosso sabato 6 luglio 2013 si è tenuto il 1° ACAM Day.

Nella foto i protagonisti del meeting: (da sinistra) Roberto Pinotti, Sandro Zicari, Claudia Cinquemani, Giovanni Pelosini, Robert Bauval, Enrico Galimberti, Maria Grazia Lopardi.

Ha dato l’avvio ai lavori lo storico locale Adriano Crescenzi condividendo la sua conoscenza delle memorie della Rocca Aldobrandesca.

È quindi intervenuto Enrico Galimberti, che ha presentato la metodologia degli studi interdisciplinari sull’umanità e sui misteri dell’archeologia e della scienza.

Il primo intervento di Robert Bauval, il famoso archeoastronomo autore del Mistero di Orione, riguardava i misteri relativi al progetto di Piazza San Pietro a Roma, con esoteriche conoscenze astronomiche eliocentriche che la stessa Chiesa dell’epoca considerava eretiche. Con lui il ricercatore Sandro Zicari, coautore del libro di prossima pubblicazione dal titolo italiano I Papi Solari (Bauval, Hoenzollern, Zicari, The Vatican Heresy). Secondo gli autori, nel XVII secolo, l’obiettivo era quello di creare a Roma un Tempio Ermetico del Sole per fare della città stessa un “Talismano”.

Claudia Cinquemani, autrice del libro La luce della Dea, ha presentato un video sui simboli presenti sul Monte Amiata e in altri affascinanti luoghi del mondo, che si ripetono come manifestazioni degli archetipi nelle architetture sacre di diverse culture.

Una sorpresa per tutti i partecipanti è stata la presenza di Roberto Pinotti. Il famoso scrittore ha portato alla platea e ai relatori i suoi saluti e quelli della rivista Archeomisteri.

Maria Grazia Lopardi, esperta di Templari e di simboli, ha relazionato sulle molteplici corrispondenze che si trovano nell’enigmatico Quadrato Magico SATOR.

Giovanni Pelosini ha quindi parlato delle previsioni e delle profezie, particolarmente di quelle di Gioacchino da Fiore e di Malachia, da un punto di vista olistico e volto a comprendere con consapevolezza il senso dei cambiamenti epocali che stiamo vivendo.

Hanno chiuso l’intensa giornata Robert Bauval e Sandro Zicari con inedite notizie sulle ricerche archeologiche svolte alla Piramide di Saqqara e nell’Egitto sud-occidentale, le quali dimostrano l’evoluta conoscenza astronomica degli sconosciuti popoli preistorici sahariani.

Un appassionato pubblico giunto da ogni parte d’Italia ha riempito totalmente il salone, mostrando quanto le tematiche affrontate possano essere di grande interesse culturale.

Il convegno è stato ideato da Enrico Galimberti,  direttore di ACAM (Associazione Culturale Archeologia Misteriosa), per celebrare degnamente l’anniversario dell’associazione.  L’affascinante location del Castello Aldobrandesco di Arcidosso  è stata quindi voluta dagli organizzatori: Luisa Colombini, coordinatrice del Sistema Museale dell’Amiata, Roberta Pomoni, assessore alla cultura del Comune di Arcidosso, Sara Poletti, segretaria organizzativa, e soprattutto da Claudia Cinquemani,  colta e preparata studiosa locale e pittrice.

Arcidosso, 6 luglio 2013: Meeting di Archeologia e Misteri. Templari, Simboli, Architettura Sacra. L’Umanità e la Nuova Era

Acam & Comune di Arcidosso

1° Acam Day

Meeting di Archeologia e Misteri

Templari, Simboli, Architettura Sacra

L’Umanità e la Nuova Era

Robert Bauval, Maria Grazia Lopardi, Giovanni Pelosini, Enrico Galimberti, Claudia Cinquemani

Sabato 6 luglio 2013

Castello di Arcidosso (GR)

Info: tel. 333.6282817 – 338.9401866

Programma

ore 9.15: Apertura sala convegni

0re 10.00: Presentazione di Roberta Pomoni, Assessore alla Cultura del Comune di Arcidosso

ore 10.45: Enrico Galimberti, Dalla polvere alle stelle, archeologia e misteri: il mosaico della verità

ore 11.45: Robert Bauval, Il Vaticano e i misteri della Città del Sole

ore 13.00: Pausa pranzo

ore 15.00: Claudia Cinquemani, Amiata: tra simboli, spiritualità e misteri

ore 15.30: Maria Grazia Lopardi, I Templari, il Quadrato Magico del Sator e l’Architettura Sacra

ore 16.15: Giovanni Pelosini, Profezie e previsioni; nuovi paradigmi per l’umanità dal Medio Evo al Nuovo Evo

ore 17.00: Robert Bauval, Imhotep architetto del cosmo

ore 18.00: Saluti e chiusura dei lavori

ATTENZIONE: I posti sono in numero limitato; è obbligatoria la prenotazione on line

Ingresso conferenze nel castello: 20,00 €

Giove e la Voglia di Superare i Limiti

IL RESPIRO COSMICO

In una concezione olistica della realtà, il macrocosmo rappresentato dall’universo non si distingue sostanzialmente dalle sue manifestazioni microcosmiche, che sono solo apparentemente separate e distinte.

Ecco che ciò che è evidente nel singolo individuo si può ritrovare in contesti più generali e universali, come la fisica dei quanti comincia a farci comprendere, e come l’alchimia, la mitologia e l’astrologia ci hanno insegnato da molti secoli. Per questo motivo i ritmi della Vita coinvolgono tutta la natura, a ogni livello di complessità: atomi, molecole, cellule, organismi e macrostrutture complesse.

Il respiro cosmico è un ritmo dialettico che comprende ogni alternanza di princìpi opposti generando e perpetuando la vita stessa in doppie spirali che si ritrovano tanto nelle galassie quanto nel DNA. I due serpenti che si avvolgono a elica nel mitico Caduceo di Hermes si ritrovano nelle molecole complementari di acido desossiribonucleico e nei sistemi stellari; sono le Nādī in cui il Prana scorre alternativamente per risvegliare l’energia Kundalini, sono lo Yin e lo Yang della tradizione cinese, sono la destra e la sinistra, il bianco e il nero, e sono i mistici princìpi maschile e femminile che si armonizzano nell’androgino Rebis realizzando la Grande Opera alchemica. Continua a leggere »

21 dicembre 2012: l’Apocalisse? XII Simposio Mondiale di San Marino

 “60 Giorni all’Apocalisse?”

12° Simposio Mondiale di Scienza, Tradizione e Dimensioni del Sacro

Il 20 e il 21 ottobre 2012 il Teatro Titano della Repubblica di San Marino ha ospitato la due giorni del convegno internazionale coordinato da Roberto Pinotti.

«Il corso della storia è stato perennemente scandito dal timore della “Fine del Mondo”, eredità nella nostra cultura occidentale della Tradizione israelitica e poi di quella cristiana a partire dal Diluvio Universale. Così, dopo i timori sorti alla fine del primo Millennio col “Mille e non più Mille”, dopo il paventato 2000 che non ha però portato alcuna “Apocalisse”, è ora il 2012 con le cosiddette “profezie dei Maya” a monopolizzare la paura di un intero mondo instabile e inquieto».

Giovanni Pelosini è intervenuto con una tesi volta a fare chiarezza sull’aspetto probabilistico delle previsioni e sulle profezie spesso apocalittiche relative al Solstizio d’Inverno del 21 dicembre 2012, esponendo anche una ricerca specifica sulla cosiddetta Profezia di Malachia sugli ultimi Pontefici, sulle radiazioni solari con il possibile Effetto Carrington, e sulle previsioni di Astrologia mondiale per i prossimi anni; ma mettendo in evidenza soprattutto le previsioni scientifiche esponendo i dati relativi ai rischi delle crisi ambientale, energetica e economica che l’umanità sta affrontando.

Citando gli studi di Marion Hubbert, di Ilya Prigogine e di Ervin Laszlo, il relatore ha affrontato il tema con un’ottica olistica, non solo spirituale o esoterica, e parlando della “fine di un’epoca” invece che della “fine del mondo”.

Sulle Apocalissi del passato e del futuro, e su altri affascinanti temi relativi alla cosmologia, alla mitologia e alle origini perdute della civiltà, sono intervenuti, fra gli altri relatori, ricercatori e saggisti: Massimo Barbetta, Marco Virginio Fiorini, Michelangelo Petrucci, Diego Baratono, Patrizio Caini, Giacomo Bonettini, Michele Manher, Emilio Spedicato, Enzo Braschi, Ilaria Cardelli, Patrizia Tasselli, Giorgio Pattera e Alfredo Benni.

La visione di alcuni rari filmati e le conclusioni del coordinatore Roberto Pinotti hanno completato i lavori sammarinesi, come al solito seguiti da un pubblico numeroso, preparato e attento.

Le Leggi Spirituali del Successo di Deepak Chopra

«L’energia e l’informazione si trovano ovunque in natura. Infatti, a livello quantistico, non esiste altro che energia ed informazione. Il campo quantistico è un altro termine che indica la coscienza pura o la potenzialità pura, ed è influenzato dall’intenzione e dal desiderio.

Un fiore, un arcobaleno, un albero, un filo d’erba, il corpo umano, scomposti nei loro elementi fondamentali, risultano costituiti da energia ed informazione. L’intero universo, nella sua essenza, è il movimento di questa energia e di questa informazione. La sola differenza tra l’uomo e l’albero risiede unicamente nel contenuto informativo ed energetico delle rispettive strutture. Sul piano fisico entrambi sono formati dagli stessi elementi riciclati, carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto ed altri elementi chimici presenti in quantità infinitesimali, tutti facilmente acquistabili a poco prezzo. Non sono tuttavia il carbonio, l’idrogeno, né l’ossigeno a distinguere l’uomo dall’albero. Tra questi avvengono in effetti continui scambi di carbonio e d’ossigeno. Ne consegue che la vera differenza tra l’uomo e l’albero risiede nell’energia e nell’informazione».

Deepak Chopra, Le Setti Leggi Spirituali del Successo

Bologna, 21-22 aprile 2012: Messaggi dalla Stella Sirio

Il Centro Astrologico

presenta

Sperimentare l’Energia di Sirio

con Jo Alberti

Sabato 21 aprile 12, ore 16.00: Conferenza gratuita

Messaggi dalla Stella Sirio

Domenica 22 aprile 12, ore 10 –18: Seminario esperienziale

“Ponte di Luce”: Connettersi a una Dimensione Superiore

 Bologna, Il Centro Astrologico, Via dello Scalo 10/9a

Info e iscrizioni: tel. 348.5263048 Continua a leggere »