Archivio del 5 Agosto 2011

La Luna e la Farfalla

Il Plenilunio mi ha sempre affascinato fin da giovanissimo con il mistero, la sua luce notturna, le memorie ancestrali di altri mondi e altre vite. La Quinta edizione della Festa della Luna ha trovato nell’antico borgo di Querceto e nell’eclisse lunare del giugno 2011 la perfetta ambientazione spazio-temporale.

Vecchi e nuovi amici hanno collaborato alla buona riuscita della serata. La splendida voce della soprano Piera Coppola ha introdotto magnificamente la mia performance, elaborata e proposta con I Santini Del Prete e la musica del Maestro Giorgio Regalli. La storica fonte di Querceto si è prestata come settecentesco palcoscenico e sfondo per la storia fantastica interpretata dagli artisti (non artisti) ferrovieri Franco Santini e Raimondo Del Prete, che hanno portato una falce lunare gialla, emblema delle energie materne telluriche e lunari in una sorta di antico rito sacro. All’apparizione di Giovanni Pelosini, dietro la veneziana bautta e un nerissimo tabarro si è rappresentato simbolicamente il duello cosmico fra la notte e il giorno, l’oscurità e la luce, il nero e il bianco, che significativamente spiccavano nei guanti dei protagonisti, fino alla singolare conclusione in cui un marchingegno ferroviario denominato “acchiappasperanze” ha catturato finalmente la svolazzante farfalla notturna.
I brani musicali eseguiti sono stati Vaga Luna di Vincenzo Bellini, Somewhere over the Rainbow di Harold Arlen e Rusalkas di Antonin Dvorak.

Giovanni Pelosini

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Leggi tutto

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close