Archivio della categoria 'Rassegna stampa'

Ricordo di Ferro Ledvinka (di Lorenzo Cassigoli)

In ricordo di Ferro Ledvinka

di Lorenzo Cassigoli

Firenze, 19.09.2010

Grande partecipazione di pubblico lo scorso sabato 18 settembre 2010 presso il Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio a Firenze in occasione del Convegno a ricordo di Ferro Ledvinka, a 10 anni dalla sua scomparsa.

Nella foto, da sinistra: Tommaso Grassi, Valdo Spini, Gioacchino Allasia, Rossella Bartolozzi, Giovanni Pelosini Continua a leggere »

Tarocchi P-SDP, Recensione sul Bimestrale “Segno”

Al Museo dei Tarocchi di Riola presentati i 22 Arcani “Pelosini-Santini Del Prete“, con una serie di scene performative legate all’ironia e alla messa in discussione dell’arte se separata dalla vita, o della sua esaltazione se intesa come parte integrante della stessa. “L’orchestrazione, – scrive Giovanni Pelosini, esperto tarologo, – è densa di vibrazioni mai uguali tra loro, ma armoniche nell’assetto creativo dei personaggi che popolano questo mondo. Questo percorso sonda i segreti della poesia visiva, abbracciando un sapere ermetico profondo e penetrante, tale da rinnovare il valore dell’esistenza. Questa raccolta di Tarocchi evoca la celebre opera di Italo Calvino Il castello dei destini incrociati, ove il valore delle lamine è assorbito da quello della vita e viceversa, annullando ogni separazione dell’alto col basso. I Santini Del Prete, ferrovieri nella vita e nella scena artistica, sottolineano l’importanza della non-separazione, elemento necessario affinché il simbolo (symballo, da mettere insieme) non si disperda nella frammentazione divenendo al contrario diamballo o diavolo emblema del caos”. Continua a leggere »

I Tarocchi del Necronomicon / Dark Grimoire Tarot (Recensione di Bonnie Cehovet)

I Tarocchi del Necronomicon /Dark Grimoire Tarot

di Bonnie Cehovet

Scheda del mazzo Tarocchi del Necronomicon

Autore: Giovanni Pelosini

Artista: Michele Penco

Edizione: Lo Scarabeo, 2008

ISBN 978-0738713847

Recensione

Il Tarocco Dark Grimoire mi è arrivato in un modo molto speciale, mi è stato donato al Readers Studio 2009 da Amy Lamash (creatore del calendario dei Tarocchi). Eravamo seduti allo stesso tavolo, e, confrontando i mazzi dei nostri sacchetti regalo Llewellyn, ho notato che non avevo avuto tale mazzo; il resto è storia! Continua a leggere »

Le Voci degli Arcani sul Mensile “Hera” (di Massimo Bonasorte e Morena Poltronieri)

Le Voci degli Arcani delle Edizioni Hermatena

di Massimo Bonasorte

Questo libro è assolutamente unico. Immagini e suoni, infatti si fondono perfettamente nell’armonia del complesso simbolismo dei Tarocchi. Questa è la prima opera dedicata esclusivamente alla “voce” dei 22 Arcani Maggiori del mazzo dei tarocchi: 22 speciali Sentieri spirituali da leggere e ascoltare come percorsi di conoscenza che si inseguono nella spirale cosmica che avvolge e coinvolge la coscienza individuale e universale. L’autore Giovanni Pelosini, studioso di simboli esoterici e astrologici è riuscito a immortalare, sfruttando l’estro creativo e la sensibilità di uno straordinario musicista come Giovanni Imparato, la vera sacralità dei tarocchi, l’essenza della ricerca interiore: un vero e proprio percorso meditativo.

Massimo Bonasorte, «Hera», anno IX, n.104, settembre 2008 Continua a leggere »

Tarocchi in Divisa da Ferroviere (di Federica Lessi)

I Tarocchi mettono la divisa da ferroviere

di Federica Lessi

Di percorsi ne avevano già fatti tanti, un po’ perché sulla scena artistica amano sperimentare le vie più diverse, un po’ perché sono ferrovieri e hanno portato le loro performance in varie parti d’Italia. I Santini Del Prete, ovvero la coppia inossidabile Franco Santini e Raimondo Del Prete, questa volta ha intrapreso il Sentiero dei Tarocchi, complice l’amico tarologo Giovanni Pelosini. Il risultato, i ventidue Arcani Maggiori dei Tarocchi rivisitati con ironia dai due artisti di base a Rosignano, sarà presentato nella mostra “I Tarocchi Pelosini – Santini Del Prete“, che apre i battenti oggi alle ore 18 a Palazzo Marini. «Tra le tante versioni dei Tarocchi classici, che in genere sono disegnate, abbiamo pensato di usare I Santini Del Prete come maschere – dice Pelosini, autore del manuale “I Tarocchi Aurei” – per rivisitarli con ironia, fotografandoli secondo l’iconografia classica e rispettando la simbologia degli Arcani Maggiori». Continua a leggere »

Tarocchi della Foresta Magica / Tarot of the Magical Forest (The Llewellyn Encyclopedia)

Recensione dei

Tarocchi della Foresta Magica / Tarot of the Magical Forest

di Barbara Moore

I Tarocchi della Foresta Magica sono una versione bizzarra e stravagante del mazzo Rider-Waite-Smith. Come tale, possono essere utilizzati facilmente da chiunque abbia familiarità con questa tradizione. Per i principianti che hanno imparato con un mazzo RWS più tradizionale e sono alla ricerca di un nuovo mazzo, questo potrebbe essere una buona scelta, se le figure risultano piacevoli. Per quanto riguarda la sua adeguatezza come primo mazzo per un principiante, probabilmente suggerirei qualcosa di diverso, semplicemente perché non credo che il libretto allegato fornisca sufficienti basi per un principiante. Insieme a un buon libro introduttivo, però, questo mazzo può essere molto appropriato.

  • Editore: «Lo Scarabeo», ISBN: 0738714127
  • Nome del Creatore: Hsu Chi Chun
  • Nome dell’artista: Leo Tang
  • Nome del libretto di accompagnamento: I Tarocchi della Foresta Magica
  • Numero di pagine del libretto: 64 (14 in inglese, il resto in italiano, spagnolo, francese e tedesco)
  • Autore del libretto: Giovanni Pelosini
  • Breve biografia dell’autore: Giovanni Pelosini è un artista e autore dei Tarocchi. Continua a leggere »

Il Sentiero dei Tarocchi sul mensile Sirio

Il Sentiero dei Tarocchi sul mensile Sirio

di Grazia Mirti

Ho ricevuto per posta un cortese omaggio da Giovanni Pelosini, originale studioso: una scatola in cartoncino azzurro contenente il più originale mazzo di Tarocchi che io abbia mai visto. contiene un’interpretazione fotografica simbolica dei 22 Arcani Maggiori a colori, protagonisti nella loro veste di “Santini Del Prete“, artisti ferrovieri “in inconsueta trasferta nel mondo dei simboli, di volta in volta impegnati a interpretare e rappresentare la nascita e la morte, il potere e la solitudine, la precarietà e l’amicizia, la saggezza e la forza, la temperanza e la fede, e ogni genere di eterna trasformazione cui sia soggetto il mondo“. Giovanni Pelosini compare solo nella carta del Matto che cammina senza meta, incontrando un ferroviere spaventapasseri bicefalo. Nelle immagini è stata rispettata la Proporzione Aurea, per onorare la Tradizione esoterica. Continua a leggere »

Tarocchi, i Simboli che Guidano le Scelte – Recensioni (6)

I simboli che guidano le scelte

di Cristiano Verardi

(….) “In una realtà che si presta facilmente all’equivoco – dice il dottor Pelosini – questo libro si discosta dal pensiero comune che lega i tarocchi esclusivamente al divinatorio (…)”.

Al centro della presentazione il diverbio tra la predestinazione ed il libero arbitrio. A questo proposito l’autore afferma che l’uso dei tarocchi e la conseguente fama che ne deriva, come ad esempio la visione del futuro, sono distanti dal reale motivo della loro nascita e successiva divulgazione.
I Tarocchi costituiscono un importante mezzo – ha detto – tramite il quale si giunge, con il tempo, ad una conoscenza superiore dei diversi simboli presenti in natura e che ci circondano quotidianamente, e di conseguenza ad una maggiore consapevolezza nelle scelte che durante il percorso della vita ogni singolo uomo deve affrontare.
Sempre più l’essere umano al centro del proprio destino quindi, e che grazie al “sapere” può influenzare e scegliere il proprio futuro. Nulla in questa opera è lasciato al fato, è proprio il caso di dirlo; anche le dimensioni delle carte non sono casuali, ma bensì realizzate seguendo l’esperienza tramandata dall’antichità classica, il “formato aureo“.
La presentazione ha suscitato molta curiosità ed interesse fra i presenti. Lo dimostrano le numerose domande poste all’autore, il quale ha risposto con sincerità ed accuratezza.
Al termine, Pelosini ha concluso con l’auspicio che la sua opera possa essere come una bussola, che indica la strada della meditazione e della ricerca personale, per giungere ad una maggiore conoscenza di noi stessi e del nostro futuro.

Cristiano Verardi, «IL TIRRENO», 27/2/1999

I Tarocchi Aurei

Le Voci degli Arcani su Sirio (di Grazia Mirti)

Le Voci degli Arcani sul mensile Sirio

di Grazia Mirti

I lettori più assidui ricordano certamente i tarocchi “ferroviari” di Giovanni Pelosini, pubblicati qualche tempo fa, straordinari nella loro originalità. Il creativo studioso ha da poco dato alle stampe un interessante volumetto, “Le Voci degli Arcani“, relativo al simbolismo dei Tarocchi, corredato da un CD musicale innovativo a cura di Giovanni Imparato, ispirato ad ognuna delle 22 lame dei Tarocchi. Con l’ambizione di diventare il primo libro di carte musicali. Si legge sulla quarta di copertina: “Il suono come archetipo eterno e vivente, il ritmo come magia, la musica come voce dei Tarocchi hanno rappresentato l’oggetto di una ricerca lunga e complessa di due appassionati studiosi di simboli esoterici e astrologici (Pelosini) e di uno straordinario musicista nato nelle solari e plutoniane sonorità napoletane e cresciuto nella sacralità delle percussioni afro-cubane (Imparato)“.

Il volume, completo di CD, si compone di 94 pagine. Chi fosse interessato può contattare il Museo dei Tarocchi di Riola (BO): tel. 051.916563.

Grazia Mirti, «Sirio», n.308, dicembre 2008

Viaggiando nei Tarocchi (di Umberto Falchini)

VIAGGIANDO NEI TAROCCHI

di Umberto Falchini

Se a mio nonno ferroviere, avessero detto che due suoi colleghi erano due artisti, chissà che espressione avrebbe fatto il suo severo volto. Ma possiamo affermare che le ferrovie possono vantare nei loro ranghi due veri artisti, e questi sono i –Santini Del Prete– che, ascoltate bene, non è una denominazione d’invenzione, ma sono i loro veri cognomi, che per una curiosa casualità si legano perfettamente, creando un compiuto concetto, a quanto appare di origine clericalpopolare, ma al vero molto laica. Ecco i nostri due artisti performers, che negli anni hanno creato vari momenti di coinvolgimento, con il presentarsi vestiti da ferrovieri e inscenare mimiche e dialoghi, con una raffinata modalità di interpretazione. Grazie a queste loro doti di performers, si sono fatti conoscere in Italia e nel resto d’ Europa, e tramite internet nel mondo. Il loro concetto si racchiude nelle parole “Siamo ferrovieri artisti o artisti ferrovieri?”. Certamente, vedendoli con le loro divise dove spiccano i due copricapo, di color blu per Santini e rosso per Del Prete, si conferma la loro originalità nel porgere allo spettatore il loro essere soggetti creativi, partendo da una condizione reale per giungere ad una surreale di narrazione . Il Giano-bifronte si adatta ai nostri, un lato Santini e l’altro Del Prete, e proprio così si possono leggere, in questo lavoro “Il Sentiero dei Tarocchi ” – del luglio 2006 – curato assieme a Giovanni Pelosini, noto saggista e specialista in materia nonché autore del testo allegato ai citati Tarocchi e presente nella carta Il Matto . Continua a leggere »

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Leggi tutto

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close