Leonardo da Vinci: Un messaggio segreto nella “Vergine delle Rocce”

La lingua dei segni nella Vergine delle Rocce

Recensione del libro

di Maria Pirulli, Mimesis Editore, 2018

Nel 1482 Leonardo si recò a Milano per lavorare alla corte degli Sforza: in questa città fu ospite della famiglia di artisti De Predis, e proprio lì gli fu commissionata l’opera nota come La Vergine delle Rocce. Uno dei fratelli De Predis era sordomuto e fu in questa occasione che Leonardo apprese a comunicare con la lingua dei segni. L’Autrice racconta con competenza di come Leonardo da Vinci abbia imparato a “accomodare i moti delle mani con le parole” e di come abbia così eliminato la distanza fra il segno e il significato “avvicinandosi al senso dell’arte che annulla tale distanza“.

Maria Pirulli è forse la persona più adatta e competente per scoprire quali segreti messaggi Leonardo da Vinci abbia inserito nei due enigmatici e simbolici dipinti detti La Vergine delle Rocce, conservati al Louvre di Parigi e alla National Gallery di Londra. Le mani dei protagonisti dei dipinti leonardeschi parlano la lingua dei segni e celano un messaggio segreto in un contesto simbolico di profondi significati mistici.

Pirulli racconta anche delle sue approfondite ricerche ed esperienze dirette sulla Lingua Italiana dei Segni (LIS) e sulle disabilità sensoriali: un percorso di acquisizione di competenze, che, aggiunto ai suoi studi specifici all’Accademia delle Belle Arti di Brera, l’ha resa la persona più adatta e preparata a comprendere e descrivere i contenuti nascosti che Leonardo volle inserire come una firma nella Vergine delle Rocce e in altre sue criptiche opere.

Il volume è molto ben documentato, completo e approfondito, accompagnando il lettore nell’atmosfera rinascimentale che fu la culla creativa di tanti artisti. Parla dei simboli mistici nascosti nei dipinti di Leonardo, dei simboli della Luce, della caverna e del grembo materno, delle mani che parlano a chi sa leggere i loro segni. L’Autrice è abile anche nell’invitare a “pensare per immagini”, trovando interessanti convergenze con il linguaggio simbolico dei Tarocchi (altra rilevante invenzione rinascimentale); ma azzarda anche originali implicazioni con la recente scoperta dei neuroni specchio e con il senso stesso della pittura e della poesia, narrando di come si sia passati nella preistoria dal simbolo al segno con l’evoluzione (o involuzione) della comunicazione verbale, “complessa e farraginosa”. Ma con i Trionfi i moti dell’anima ripresero forma, e così con l’arte.

Giovanni Pelosini

LEGGI ANCHE:

I Misteri del Cenacolo di Leonardo

Il Codice dello Zodiaco Da Vinci

IL DIAVOLO VESTE PLASTICA

S.CI.E.N.CE Project

I.T.C. Cattaneo-Cecina

presenta

IL DIAVOLO VESTE PLASTICA

Una nuova piccola-grande produzione dei miei studenti, sensibili al problema delle plastiche e del loro riciclaggio.

Ancora una volta un impegnativo lavoro realizzato con lo S.CI.E.N.CE. Project (Scienze CInema E Narrativa CEcina) grazie agli alunni della II A SPES dell’I.T.C. Cattaneo di Cecina (LI).

Giovanni Pelosini

SE TI PIACE IL VIDEO, VOTALO AL CONCORSO COREPLA SCHOOL CONTEST ENTRO IL 19 APRILE 2019: ISCRIVITI ALLA GIURIA POPOLARE QUI REGISTRATI E VOTA “2A SPES”, ITC CATTANEO, CECINA.

GITANIC, il film

S.CI.E.N.CE Project

I.T.C. Cattaneo-Cecina

presenta

GITANIC

Ancora una piccola-grande produzione dei miei studenti, sensibili al problema delle plastiche e del loro riciclaggio.

Ancora una volta un impegnativo lavoro realizzato con lo S.CI.E.N.CE. Project (Scienze CInema E Narrativa CEcina) grazie agli alunni della II B SPES dell’I.T.C. Cattaneo di Cecina (LI).

Ancora una volta un implicito omaggio e un ringraziamento a Leonardo DiCaprio, soprattutto per il suo impegno per l’ambiente.

Giovanni Pelosini

SE TI PIACE IL VIDEO, VOTALO AL CONCORSO COREPLA SCHOOL CONTEST ENTRO IL 19 APRILE 2019: ISCRIVITI ALLA GIURIA POPOLARE QUI REGISTRATI E VOTA “2B SPES”, ITC CATTANEO, CECINA.

Genova, ZEN-A Fiera Benessere, 23 marzo 2019: Giovanni Pelosini, Tarocchi, Specchi dell’Infinito

Zen-A Fiera Benessere, Genova

Mondi Magici

Conferenza di

Giovanni Pelosini

Tarocchi, gli Specchi dell’Infinito

Storia, filosofia, Arte, Percorsi iniziatici

Sabato 23 marzo 2019, ore 19

Genova, Porto Antico, Magazzini del cotone

Sala conferenze MONDI MAGICI

Modulo 9, piano terra

Info e prenotazioni: tel. 388.2594768


Grazie a conferenze e laboratori potrete finalmente scoprire e conoscere diversi percorsi e pratiche Magiche. Grandi ospiti, rappresentanti delle più importanti correnti del mondo del Neopaganesimo, della Stregoneria, della Wicca, e molto altro, si racconteranno, illustrando la realtà dietro il velo di mistero.

Un’occasione unica per comprendere e capire quanto magia, esoterismo, e pratiche legate alla natura possano contribuire al Benessere Psico-fisico. Il tutto alternato da vere e proprie lezioni pratiche all’interno dello Stand dell’Accademia delle Arti Magiche. Conferenze, tavole rotonde e laboratori dove potersi confrontare in prima persona con il mistero. All’interno di questo spazio magico si potrà cercare di scoprire il proprio futuro grazie a tanti divinatori, che si cimenteranno con i Tarocchi, la lettura della Mano, I Ching, le Rune, l’astrologia e molte altre forme di divinazione, circondati da importanti opere d’arte di famosi artisti, ispirati ai Tarocchi.

Magia, mistero, e sopratutto tanta allegria vi accompagneranno in un esperienza unica e fantastica.

Non la solita fiera, ma un occasione preziosa per confrontarsi, capire e condividere tanti percorsi differenti, uniti da un unico filo conduttore, Magia e Benessere. Continua a leggere »

Genova, 2-3 marzo 2019: Le Città Ideali, Utopia o Distopia

AISPES, Università di Genova, SIFR Scuola

Convegno

Le città ideali: utopia o distopia?

Sabato 2 e Domenica 3 marzo 2019

Conferenza di

Giovanni Pelosini

La fondazione di Livorno, città ideale

Domenica 3 marzo 2019, ore 16

Università di Genova, Facoltà di Lettere e Filosofia

Aula N, via Balbi 4, piano terra

INFO:

Ida Li Vigni, tel. 338.5307072 (e-mail: ida.livigni@fastwebnet.it)

Martina Di Febo, tel. 340.7627485 (mdifebo68@gmail.com)

Il convegno ha valore di corso d’aggiornamento per gli insegnanti d’ogni ordine e grado essendo SIFR Scuola un’agenzia formativa accreditata presso il MIUR: ai partecipanti verrà rilasciato regolare attestato di partecipazione.


PROGRAMMA

  • Sabato 2 marzo
    ore 9.30: Presentazione del convegno
    Paolo Aldo Rossi, Presidente della AISPES
    Dino Cofrancesco, Moderatore
    ore 10.00: Sonia Maura BarillariGerusalemme: declino e caduta di una città ideale sul
    finire del XII secolo
    ore 10.30: Luisella BattagliaZoopolis, una città per gli animali tra utopia e distopia
    Pausa caffè
    ore 11.30: Enzo Baldini, Il “Paese di Wolfaria” di Johann Eberlin (1521). Utopia e
    propaganda luterana sulle orme di Erasmo e di More
    ore 12.00: Patrizia CastelliLa città ‘ideale’ degli dei nel Momo di Leon Battista Alberti
    Discussione
    ore 15.00: Martina Di FeboVirgilio mago e la città di Napoli
    ore 15.30: Vincenzo SorrentinoL’Utopia dipinta. Pittura e architettura nella Città del Sole
    ore 16.00: Paolo Aldo RossiDai RosaCroce alla Massoneria, i visibili invisibili
    Pausa caffè
    ore 17.00: Marco DoriaCittà ideale e città reale, la politica tra visioni, aspettative e
    vincoli
    ore 17.30: Enrico de GhetaldiIl concetto di cittadinanza ai tempi di Dante
    Discussione
  • Domenica 3 marzo
    Lauro Magnani, Moderatore
    ore 9.30: Ida Li VigniUtopia vs distopia: ma è possibile la città ideale?
    ore 10.00: Valerio MeattiniLa città ideale, la ragione, la violenza
    ore 10.30: Oscar MeoQuando la storia diventa fiction: ucronia e mondi possibili
    Pausa caffè
    ore 11.30: Filippo MolleaDal flâneur alla deriva
    Discussione
    ore 15.30: Luca OlceseL’ombra della città ideale: spazi imprevisti e gestione del
    sommerso
    ore 16.00: Giovanni Pelosini, La fondazione di Livorno, città ideale
    ore 16.30: Mario AbrateI non luoghi e la comunicazione
    ore 17.00: Davide Arecco, Sulle tracce di Agarthi, città ideale e civiltà perduta                              ore 17.30: Walter G. Sannita, Non ci sono prove, da Aristotele ai Terrapiattisti
    Discussione
    Conclusione convegno

 

 

 

Roma, 20 gennaio 2019: Una Giornata con Giovanni Pelosini

CIDA – Delegazione Roma-Lazio

Centro Italiano Di Astrologia

Una giornata con

GIOVANNI PELOSINI

“CORSO DI TAROLOGIA”

“CONSULTAZIONI PRIVATE”

“CONFERENZA ASTROTAROLOGIA”

Roma, Centro Armonia IN, Via Nievo, 62    (Trastevere – Porta Portese)

Info e prenotazioni: tel. 347.6820785 astriecontrasti@gmail.com

In chiusura: Aperitivo per tutti


  • Ore 10.30-14

    Corso di Tarologia Umanistica

Un intensivo workshop per apprendere i rudimenti della Tarologia e i significati degli Arcani Maggiori, comprendere il linguaggio simbolico e dialogare con un mazzo di carte. L’arte di interpretare le figure dei Tarocchi per conoscere se stessi. La storia, la cultura, la filosofia degli Arcani diventano un gioco psicologico. Le immagini simboliche dei sogni e dell’inconscio aiutano a fare chiarezza nella mente, per conoscere le motivazioni profonde di un pensiero o di un comportamento, per conoscere la realtà che ci circonda e noi stessi, per mettersi in gioco. L’inizio di un percorso esperienziale di grande valenza formativa.


  • Ore 14.30-17

    Consultazioni private

 


  • Ore 17-19

    Conferenza “Astrologia dei Tarocchi, il codice delle corrispondenze”

Astrologia e Tarocchi hanno origini e linguaggi diversi, ma è stato decifrato il codice delle loro corrispondenze. Nel Rinascimento gli umanisti che inventarono i Tarocchi utilizzarono le loro conoscenze astrologiche e alchemiche per spiegare la loro visione della vita e del cosmo. Scoprire le analogie dei significati simbolici fra pianeti, segni e Tarocchi fornisce una chiave di lettura importante per chiunque voglia comprendere meglio i simboli, interpretare gli oroscopi e le stese di carte, sviluppare le proprie capacità di leggere e capire i segni delle sincronicità cosmiche e individuali.

Dal libro di Giovanni Pelosini, Astrologia dei Tarocchi – La chiave astrologica degli Arcani, Hermatena, 2016.

Roma, 19 gennaio 2019: Destino, Fortuna, Karma, come possiamo cambiarlo

Club Après

Conferenza

di

Giovanni Pelosini

DESTINO, FORTUNA, KARMA

COME POSSIAMO CAMBIARLO

Ore 18

Roma, Club Après, Borgo Angelico, 18A

Info e prenotazioni: tel. 338.2249110

Consultazioni private: ore 15-18 e 20-22


Creare il proprio destino, cambiare il Karma: è davvero possibile?

Siamo tutti veramente beneficiari di una fortuna  capricciosa che distribuisce a casaccio i suoi favori?

In che misura possiamo determinare consapevolmente il futuro? E come fare?

Qual è il senso della vita?

Pochi sanno che ci sono tre diversi tipi di Karma, e molti confondono questo concetto orientale con un destino ineluttabile che non ci è concesso di modificare: una sentenza di un oscuro giudice che ci condanna a vivere una vita già scritta. Se così fosse, ogni nostro gesto, ogni nostro pensiero e ogni azione sarebbero inutili e non potrebbero mai cambiare il destino già scritto in modo immutabile: sarebbe inutile vivere e la nostra esistenza non avrebbe significato.

Eppure ogni essere umano ha innumerevoli occasioni di cambiare la propria strada e quindi di liberarsi, di essere se stesso, di essere creativo e creatore del cosiddetto destino. Scopriamo insieme quali…

Giovanni Pelosini

Salsomaggiore Terme: Auspicia Festival di Astrologia & Tarocchi, 4-5-6 gennaio 2019

Idearès

Comune di Salsomaggiore Terme

“AUSPICIA FESTIVAL”

IL PRIMO FESTIVAL NAZIONALE DI ASTROLOGIA, TAROCCHI  E ALTRE TECNICHE DI CONSAPEVOLEZZA PERSONALE

Salsomaggiore Terme, Palazzo dei Congressi

4-5-6 gennaio 2019

INFO: tel. 392.8035619

Tre giorni di full immersion nella splendida cornice liberty del Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore Terme con il PRIMO FESTIVAL ITALIANO DI ASTROLOGIA & TAROCCHI: incontrare i più grandi esperti a livello nazionale per comprendere quanto questi strumenti possano essere utili per approfondire la conoscenza di sé e accrescere il nostro potenziale.


IN PROGRAMMA:


DESTINO, FORTUNA, KARMA: POSSIAMO CAMBIARLO?

Conferenza di

Giovanni Pelosini

Domenica 6 gennaio 2019, ore 11-12

Presenta Emanuela Dallatana

Sala Lampadario

Abbiamo un destino segnato o possiamo intervenire per cambiarlo? Dai Tarocchi e dall’Astrologia un valido aiuto per aumentare la propria consapevolezza e orientare le proprie scelte.



TAROCCHI: ORIGINI, STORIA, SIMBOLISMO E ARTE

Tavola rotonda con

Giovanni Pelosini, Riccardo Minetti e Anna Maria Morsucci

Presenta e modera Gero Giglio

Domenica 6 gennaio, ore 14–15.30

Sala Cariatidi

Una conversazione a più voci con i massimi esperti della storia e dei misteri dei Tarocchi dal Rinascimento a oggi: la straordinaria origine dei simboli e dell’arte tarologica.


Consulti individuali di Tarologia con Giovanni Pelosini:

* Sabato 5 gennaio, ore 16.40-19

* Domenica 6 gennaio, ore 12.20-14


E inoltre…

Incontri culturali con astrologi, tarologi, autori, psicoterapeuti, giornalisti, esperti; conferenze, lezioni, workshop, tavole rotonde, previsioni per il 2019, presentazioni di libri, consultazioni private, attività per bambini, salotto letterario, bookshop, aperitivo con gli astrologi… Tutto nel Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore Terme, esempio unico in Italia di architettura liberty così ben conservato.

In programma interventi di Lara Albanese, Consolata Anguissola d’Altoè, Grazia Bordoni, Guia Buzzetti, Chiara Campanini, Andrea Coppola, Marino Cortese, Eleonora Boscarato Cortese, Paolo Crimaldi, Cristina Devincenzi, Luciano Drusetta, Eliselle, Lidia Fassio, Roberto Giacobbo, Luisa Giacone, Gero Giglio, Maria Rosa d’Incerti, Patrizia Lanzi, Giovanni Lo Giudice, Maria Giovanna Luini, Riccardo Minetti, Anna Maria Morsucci, Giovanni Pelosini, Cristiano Pezzani, Paolo QuagliarellaSimon and the Stars, Luigi Stocchi, Carlo Vanni, Stefan Vettori, Liliana Vimercati, Craig Warwick.

 

 

La Cometa di Natale

La “Cometa di Natale” 46P/ Wirtanen si sta avvicinando rapidamente e sarà piuttosto luminosa e visibile probabilmente anche a occhio nudo intorno al 16 dicembre 2018: secondo le previsioni la sua chioma dovrebbe essere piuttosto brillante ma forse non apparirà lunga nel cielo a causa della particolare prospettiva terrestre. Per avvistarla sarà importante essere in luoghi lontani dalle luci urbane, magari dotandosi di un piccolo binocolo, e osservare il cielo fin dalla prima parte della serata in direzione delle Pleiadi, verso Est.

La Cometa di Natale è piuttosto piccola (circa 1,2 km di diametro) e sarà al perielio (punto più vicino al Sole) il 12 dicembre 2018. Quindi si avvicinerà alla Terra domenica 16 dicembre, a soli (si fa per dire) 11 milioni di chilometri di distanza. Il passaggio critico al perielio di norma riduce il nucleo delle comete, ma, se 46P/Wirtanen riuscisse a effettuare “il giro di boa” intorno al Sole mantenendo un’apprezzabile massa di materiali ghiacciati senza dividersi in pezzi come una grossa palla di neve sporca (come successe alla cometa Ison nel 2012), allora si troverebbe nella condizione ideale per essere osservata dalla Terra con la sua coda riflettente i raggi solari. Il nucleo delle comete, infatti, è costituito da un ammasso ghiacciato di acqua, monossido di carbonio, anidride carbonica, ammoniaca e metano in forma solida mescolato a polveri e rocce; e tutto questo rischia di disintegrarsi a ogni periodico passaggio nei pressi del Sole. La chioma e la coda luminosa delle comete sono sostanzialmente proprio l’effetto di questa perdita di materia a causa delle radiazioni solari.

46P/Wirtanen fu avvistata per la prima volta nel 1948 dall’astronomo americano Carl Alvar Wirtanen: è una cometa relativamente giovane, con un periodo di rivoluzione di poco più di 5 anni. Dallo scorso ottobre sta transitando nell’emisfero nord e, nella sua marcia di avvicinamento al Sole, ogni giorno sarà sempre più visibile e brillante fino quasi a Natale. Dovrebbe poi restare visibile fino ai primi giorni di gennaio 2019, proprio come nelle tradizioni di questo periodo. Continua a leggere »

Cronache dei Tarocchi

La mia 172° pubblicazione cartacea è inserita nel numero di ottobre 2018 di un periodico internazionale edito in Russia: Tarot Chronicles. La rivista è attualmente la migliore pubblicazione del mondo nel settore tarologico, ha una veste tipografica professionale e si avvale dei migliori esperti e scrittori internazionali di questa materia. In particolare a Mosca, ma non solo, il pubblico interessato ai Tarocchi è attualmente in grande crescita: parallelamente all’aumento della quantità dei lettori e dei collezionisti di mazzi e di libri, aumenta anche la richiesta di qualità e il desiderio di approfondire questa affascinante materia e i suoi aspetti culturali, storici, filosofici e artistici.

A questa esigenza risponde Tarot Chronicles, pubblicato dalla casa editrice Silhouette di Mosca. La rivista è diretta da Natalia Plakhina, con Tatyana Demyanenko come redattore e Vladimir Sitnikov per il design e layout. Altra insostituibile collaboratrice e traduttrice dei miei libri e articoli in russo è Tatiana Borodina, a sua volta ricercatrice e scrittrice di numerosi volumi sulla materia.

Giovanni Pelosini