Vada, 4 aprile 2014: Il Vino dei Tarocchi

Il Vino dei Tarocchi

Degustazione, Mostra, Conferenza, Grigliata

Degustazione con Alessandro Quagliotti

Conferenza di Giovanni Pelosini

Mostra di Tarocchi originali di Roberto Granchi

Venerdì 4 aprile 2014, ore 19.00

Vada, Frantoio Casone Antico, Via Aurelia Sud, 52

Info e prenotazioni: 349.3007737

A dimostrazione della creatività che i Tarocchi da sempre suscitano nelle persone più sensibili alle loro evocazioni, le associazioni analogiche fra gli Arcani e le più diverse espressioni artistiche si arricchiscono ora anche di un’associazione simbolica fra il vino (con i suoi sapori, profumi e colori) e Tarocchi. Ogni vino, per il suo carattere e la sua consistenza, ha trovato un corrispondente simbolico in una carta; e per le etichette sono stati scelti tre dei Tarocchi Aurei: L’Eremita, L’Imperatore e L’Imperatrice. Immagini e nomi fortemente evocativi e simbolici.

La serata “Il Vino dei Tarocchi” prevede una degustazione, guidata dal sommelier professionista AIS Alessandro Quagliotti, la mostra di tutti gli originali 22 Tarocchi Aurei dipinti dal pittore Roberto Granchi, una conferenza sulla storia, i simboli e il mistero dei Tarocchi di Giovanni Pelosini, e infine una cena con grigliata accompagnata dai vini. Sapori e cultura, nella migliore tradizione enogastronomica e turistica della Costa degli Etruschi.

I nuovi vini presentati sono tre rossi toscani di qualità:

L’Imperatore“: Sangiovese + Merlot + Petit Verdot

Un blend morbido, intenso, potente, austero, di grande consistenza e buona struttura; colore rosso rubino, profumo intenso di frutti neri selvaggi di bosco con una nota balsamica mentolata; una combinazione che ricorda i castelli francesi.

L’Imperatrice“: Sangiovese puro

Vino sapido con tannino ben integrato nella struttura, complesso, lungamente persistente; colore rosso rubino, fluido, di bellissima limpidezza; odore fruttato, ricorda un mazzo di fiori freschi con una leggera nota di pepe nero.

L’Eremita“: Ciliegiolo + Giacomino + Mazzese

Vino non troppo complesso, consistente, denso, dal carattere franco e vinoso, dal sapore persistente, equilibrato e armonico;  colore rosso rubino con riflessi porpora, odore fruttato, ma neutro, ricorda i frutti rossi e la ciliegia non ancora matura, la viola appena colta; da antichi e rari vitigni autoctoni della costa toscana e delle colline di Santa Luce.

 

 

 



Lascia un commento